INIZIAMO A MODELLARE …

Il modellismo è un hobby che consiste nel realizzare riproduzioni in scala ridotta di macchine, oggetti, persone o edifici.
Le sue origini risalgono all’abitudine di certi artigiani dei secoli scorsi di realizzare esemplari in scala ridotta dei loro prodotti per poterli mostrare ai propri clienti.
Il mondo del modellismo è enorme e ci sono moltissime cose da scoprire … principalmente si può classificare in due categorie:
♦ modellismo statico dove troviamo aerei, auto, navi, camion, carri armati, robot…
♦ modellismo dinamico dove troviamo molti tipi di modellini telecomandati aerei, elicotteri, auto, crawler, camion, moto, go kart, carri armati ecc. ecc. .
Quello di cui tratterò nel blog riguarda principalmente il modellismo statico analizzando l’aspetti storici, tecnici e di realizzazione dei kit di montaggio.
Inizieremo subito trattando i materiali e attrezzature per la realizzazione dei modelli per poi andare avanti con la spiegazione di tecniche e analisi accurate delle scatole di montaggio.

MATERIALE E ATTREZZI PER LA REALIZZAZIONE DI UN MODELLO STATICO IN SCALA

Durante la mia carriera modellistica ho potuto verificare come l’attrezzatura base, sia sostanzialmente la spina dorsale della dotazione di ogni modellista e questa sarà solo raramente integrata con attrezzi nuovi e sofisticati .
In ogni caso ho indicato, qui sotto, gli attrezzi essenziali per la costruzione di un modello base e per affrontare con una certa tranquillità anche un super dettaglio, sia questo in plastica, resina e metallo bianco.
L’ambiente ideale per ogni modellista è allestire una stanza o laboratorio in cui è possibile tenere tutto a portata di mano liberamente, e dalla quale è possibile uscire dopo una sessione di modellismo e poter ricominciare senza dover ogni volta riporre o tirare fuori tutta l’attrezzatura.
Se non si ha questo privilegio scegliete almeno una superficie piuttosto ampia e ben illuminata su cui distendere le stampate, materiali, documentazioni ed istruzioni da poter rapidamente consultare .
Scelto il luogo dove modellare passiamo ora alla descrizione di materiali e attrezzi per la realizzazione dei nostri modelli

♦ SUPERFICIE PER IL TAGLIO
All’inizio della mia carriera di modellista statico mi capitava (SEMPRE…) di rovinare tavoli e superfici , fino a che non ho scelto di dotarmi di un tappetino di gomma o superficie per taglio, facilmente reperibile nei negozi di modellismo o nei negozi di belle arti o grafica. Ne esistono di diverse dimensioni per cui è possibile scegliere le dimensioni che si vogliono, e in più sono anche quadrettati o graduati utili strumenti per il taglio di plasticard, lamerini, fili di rame e qualt’altro.

♦ TAGLIABALSA
E’ l’attrezzo modellistico più importante che dir si voglia.
C’è ne sono di tutte le dimensioni e fogge ed è possibile reperirli nei negozi di modellismo, belle arti e fai da te, ecc. ecc. .
È un attrezzo, economico ed efficace se si ha l’accortezza di scegliere un’ articolo che consenta un’impugnatura sicura ed un buon fissaggio della lama per evitare che nel momento di maggior sforzo questa si sposti

♦ LIME
Anche questo strumento si trova facilmente nei negozi di modellismo, belle arti, grandi magazini e la mia serie di lime include la sezione di base: quadrate, rettangolari, rotonde e triangolari.
Le lime di buona qualità sono prodotte come differenti tipi di lama, per ottenere una diversa profondità di asporto durante la limatura.
Io le adopero pe eliminare velocemente eccessi di metallo bianco, resina o plastica, e si possono ripulire con l’utilizzo di una spazzola a fili metallici.

♦ PINZETTE E FORBICI
Entrambi questi attrezzi sono utilissimi e non necessariamente costosi (ottime sono per le manicure e le cure estetiche delle nostre moglie e compagne) e sono utilissimi per maneggiare all’occorrenza piccoli dettagli.
Un buon paio di pinzette, che assicura una buona presa, ci farà risparmiare molto tempo a cercare piccoli pezzi che facilmente scappano via.
Le forbici, che non uso molto di frequente, sono ottime per tagliere sottili fogli di lamerino o fogli di plastica oppure ad aiutarmi per rimuovere qualche pezzo attaccato in modo particolare alle stampate.

♦ PINZE E TRONCHESI
Queste attrezzature sono molto utili per tagliare barre di ottone e rame ma anche per rimuovere dei pezzi di plastica, gli eccessi di sprue o rimuovere grosse parti dagli alberi di stampata.
Il loro taglio è pulito e servono per tagliare i piccoli residui attorno alle parti in plastica.
Anche questa attrezzatura si trova facilmente nei negozi di modellismo o di ferramenta.

♦ ATTREZZI PER MISURAZIONE E CALCOLO
Squadrette, righelli in plastica trasparente, calibro e compasso sono essenziali per le fasi di super dettaglio di un modello.
Le squadrette da disegno tecnico sono utilissime se si devono disegnare su fogli di plasticard o lamerino parti da ritagliare e sostituire a quelle spesso sovradimensionali dei comuni kit in plastica. Unico accorgimento è di non utilizzare in fase di taglio le squadrette in plastica sostituendole con righe metalliche che sono più resistenti alle lame del taglierino.
Il compasso è utilissimo per riportare correttamente e ripetutamente misure su profili e lastri da tagliare.
Infine il calibro utilizzato principalmente per misurare la distanza tra due parti simmetriche opposte (lo spessore di una lastra, diametro di un todino).

♦ TRAPANO E PUNTE DA TRAPANO
L’uso di questo strumento elettrico e per chi ha un pò più d’esperienza in questo hobby e sente la necessità di dover aggiungere ulteriori dettagli al proprio modello utilizzando l’uso di diversi materiali e la necessità di questo attrezzo elettrico consente di svolgere lavori che necessiterebbero ore se seguite a mano, in poco tempo e con un migliore livello di finitura.
Io uso il trapano in vario modo, per tagliare, levigare, lucidare ecc. ecc. La grande varietà di punte e utensili consente molte modalità di utilizzo.
Se decidete di acquistarne uno dovete prendere in considerazione dei requisiti essenziali: 1. Deve essere dotato di regolatore di velocità 2. Assicurarsi che stia comodamente in pugno 3. L’interruttore sia facilmente accessibile 4. Il peso .
Oltre al trapano è necessario una serie di frese, con le quali sono possibili lavorare qualsiasi metallo, taglierino sbavature ecc. ecc. .

PRODOTTI DI USO FREQUENTE

Con questo termine comprende COLLE, CARTA ABRASIVA e RIEMPITIVI EPOSSIDRICI.
Tutti i modelli, sia da scatola, conversioni o autocostruiti necessitano di colla per tenere insieme le diverse parti.
Solitamente se ne usano di tre tipi: quella liquida da plastica (piu è liquida e meglio è) il cyanoacrilato e vinavil.

♦ COLLA PER PLASTICA
La miglior colla per i modelli in plastica è l’adesivo liquido per plastica.
Tutti i collanti per plastica sono solventi e lavorano sciogliendo le due superficie di plastica e saldandole insieme.
Più è liquido il collante maggiore sarà la forza della colla e l’adesione, la colla deve avere la consistenza come l’acqua e agisce per capillarità.
Questa caratteristica offre normalmente un grande vantaggio ma richiede molta attenzione poichè puo capitare di lasciare le proprie impronte sulla plastica, poi molto difficile da rimuovere completamente.
Ricordate di arieggiare la stanza per ridurre l’esposizione di vapori.

♦ COLLA EPOSSIDICA
La colla epossidica è composta da due diversi componenti; adesivo e indurimento.
È necessario mescolare eguali quantità da entrambi i tubetti; una volta effettuato l’impasto e applicato nella superficie da incollare bisogna aspettare 5-10 min. prima che la colla abbia effetto e ulteriori 24h servono per il completamento asciugamento e indurimento.
E’ una colla che tende a filare quando mescolata e è di difficile applicazione in piccole quantità.
La nota a favore è la sua resistenza e la possibilità di lavorarla per lungo tempo.

♦ CYANOACRILATO
In una sola parola la super colla ATTACK, la quale ha portato notevoli miglioramenti nella quantità dei modelli soprattutto a seguito dell’introduzione dei set di superdettaglio in resina e fotoincisioni.
Questa colla offre una grande resistenza alla trazione, ma risulta cedevole al taglio.
Ottima per fissare piccoli dettagli fotoincisi e per unire strisce di plasticard o piccoli dettagli di rame o resina.
Un problema di questa colla è la modalità di utilizzo: preferisco metter delle gocce in un piattino di plastica e con un stuzzicadente prelevare piccole quantità necessarie per attaccare i due pezzi.
Una caratteristica di questa colla che in base alle condizioni atmosferiche può seccarsi in pochi attimi come in mezz’ora.

♦ COLLA BIANCA o VINAVIL
È una colla non tossica utile per lavori che non necessitano di notevole resistenza, personalmente io la usoper attaccare equipaggiamenti sul carro o sistemare bagagli e bandiere.
Una volta asciutta diventa trasparente e si restringe.

♦ CARTA ABRASIVA
Un altro elemento essenziale per il modellismo è la CARTA ABRASIVA.
In mercato esistono due tipi di carta abrasiva: CARTA ABRASIVA SMERIGLIATA o CARTA ABRASIVA VETRATA.
La più usata, anche dal sottoscritto è la carta abrasiva smerigliata perché può essere bagnata e di lunga durata e facile da maneggiare.
L’uso di questo strumento ha lo scopo di tagliare e ripulire rapidamente gli eccessi dal materiale da ripulire.
La carta abrasiva è disponibile in fogli di diversi gradi di finezza; io uso la media da 600 e la fina 2000.
Con questa varietà di grana ottengo tutte le finiture necessarie.
Ultimamente ho scoperto le limette abrasive per unghie che hanno il vantaggio di essere già montate su un supporto maneggevole e hanno un paio di gradazioni di grana tutto sommato soddisfacente per l’usomodellistico.

♦ STUCCHI EPOSSIDICI
Gli stucchi epossidici sono formati da due componenti.
Come la colla epossidica una reazione chimica trattiene le due parti quando i due agenti sono mescolati.
Quello che si usa di più sono conosciuti con il nome MILLIPUT o PUTTY della Tamiya, e asciugano in tre o quattro ore a temperatura ambiente o anche in minor tempo se si scaldano le parti con un asciugacapelli.
Appena mescolati sono totalmente sagomabili, e lo stucco può essere usato per otturare piccoli fori o per modellare parti difficili.
Una volta asciutto diventa duro e può essere lavorato in qualsiasi modo.
Detto in parole povere è un grande amico del modellista.

CONCLUSIONI

Una osservazione che voglio fare a chi si avvicina a questo hobby è che molti degli attrezzi che si adoperano nel modellismo sono potenzialmente pericolosi per la salute, dai profili taglienti delle lame, ai vapori delle colle e vernici, all’infiammabilità di certe sostanze sotto forma solida, liquida o gassosa.
La mia raccomandazione è quindi di maneggiare con cura il cutter e lame varie, areare gli ambienti frequentemente, tenere i contenitori di colle e vernici sempre chiusi e all’occorrenza verificare se sono perfettamente a tenuta, indossare maschere filtranti protettive contro aerosol e solventi avendo la certezza di cambiare i filtri quando esausti.

Dopo questa prima parte introduttiva volevo invitare tutti a visitare il nostro sito WWW.GRUPPOMODELLISTIREATINI.IT e il nostro canale di YUOTUBE : GRUPPO MODELLISTI REATINI dove potete vedere i nostri modelli, le mostre dove partecipiamo in tutta Italia e non solo, gli stage e tanto altro ancora.

BUON LAVORO E BUON DIVERTIMENTO a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *