RECENSIONE… Grumman S 2 E/F/G Tracker kit Italeri scala 1/48 COD. 2699 by S.SIMEONI GMR – RIETI

RECENSIONE… Grumman S 2 E/F/G Tracker kit Italeri scala 1/48 COD. 2699

by S.SIMEONI GMR – RIETI

Il Grumman S 2 Tracker è stato l’ultimo aereo con motore a pistoni ad operare dalle portaerei americane. Sostituito all’inizio degli anni settanta dall’ S 3 Viking dopo circa vent’anni di onorato servizio, molti di questi aeroplani sono rinati a nuova vita operativa come water bomber nel ruolo antincendio sopratutto in territorio americano.

Dalla cellula del progetto della Grumman per un pattugliatore a grande autonomia con motori radiali a pistoni vennero estrapolate la versione ASW (Antisommergibile) con la denominazione Tracker, la versione  AEW (da allarme aereo precoce) con la denominazione Tracer. Vi era anche una versione COD (da trasporto logistico). Il Tracker fu utilizzato dalla US Navy e da numerose altre forze aeree tra cui anche l’Italia nella versione S-2F con i reparti Antisom dell’Aeronautica Militare basati a Sigonella ed ad Elmas.

Il Kit Italeri del Tracker è mutuato dall’analogo prodotto dalla Kinetic che produce le stampate, come già abbiamo visto per prodotti analoghi, i kits Italeri editi dai rispettivi Kinetic offrono una maggiore scelta nelle versioni riporducibili rispetto a ai kits cinesi. Il kit Italeri del Tracker ne offre ben 5 di cui due per l’US Navy, una Brasiliana, una Australiana ed una di Taiwan (ora Repubblica di Cina).

Il Kit Italeri è nello stile solito di questi nuovi prodotti con molte importanti informazioni già indicate all’esterno della scatola tra cui le varie versioni riproducibili, l’indicazione dei colori (con codici della linea Acryl Italeri) per realizzare le varie mimetiche. Inutile dire che queste attenzioni aiutano molto il modellista al momento della scelta del kit da acquistare.

Ma andiamo al modello. Il Tracker della Italeri è formato da 8 stampate in stirene di colore grigio chiaro e dai trasparenti. Aprendo la scatola ci si trova d’avanti una bustona piena e gonfia di pezzi.

All’interno troviamo le varie stampate confenzionate singolarmente in ulteriori buste di cellophane, l’intento è quello di preservare le parti del kit. La plastica è nello stile Kinetc un pochino più rigida del solito il che permette di stampare parti di estrema finezza e dettaglio, di contro le parti sono un pochino più rigide e nel caso di quelle più piccole e sottili sono anche più fragili per cui malgrado l’elevata cura nel confezionamento si può verificare che estraendo le stampate dalle buste alcune parti si possano danneggiare e spezzare.

Le due semifusoliere sono in un pezzo unico per valva. Malgrado la dimensione delle parti le due valve sono ben formate e ben stampate senza ritiri nè svergolamenti. Il dettaglio delle pannellature è in negativo di buona qualità e l’andamento delle linee dei pannelli è corretto. E’ prevista la possibilità di lasciare il portello laterale aperto ma non sono presenti gl’interni di fusoliera sarà un buono spunto per chi si vuole cimentare nell’autocostruzione per ore ed ore di sano divertimento modellistico.

Nel kit sono presenti le parti per riprodurre le varie versioni del velivolo con particolare riferimento alle versioni E e G tra cui due diversi musi o il radome a goccia montato sopra la fusoliera. Il modello presenta la stiva siluri ripodotta con tanto di torpedos da installare, come pure il M.A.D. (Magntic Anomalie Detector) è estraibile.

Le ali hanno gli slats separati e sono intallabili sia in configurazione di volo (estese) che in configurazione di parcheggio (ripiegate), questultima molto comoda per parcheggiare i modelli imbarcati in scala 1/48 nelle nostre vetrine.

le gondole sono ben riprodotte, I motori radiali hanno un gran bel dettaglio sulla prima stella ma non sono riprodotti a tutta profondità. Poco male dato che basterà una buona pitturazione per avere la parte visibile del motore con una resa assai realistica.

Il pannello strumenti è a rilievo e ben riprodotto, il resto degli interni è al minimo sindacale ma non si vedrà granchè una volta chiuso. Nulla vieta per chi lo vorrà di cimentarsi nell’aggiunta di qualche dettaglio.

I vani carrelli sono profondi e dettagliati, con possibilitaà di aggiungere cavi e cavetti. Anche i portelli vani carrelli sono dettagliati all’interno ed all’esterno. Le ruote hanno cerchione e pueumatico in parti separate in modo da facilitare la pitturazione

I trasparenti sono sottili e limpidissimi, Il cielo cabina e parabrezza sono formati da due mezzerie da incollare insieme accuratamente; la giunzione ricade sul montante centrale del parabrezza e alla fine potrà risultare assolutamente invisibile se ben eseguita.

Il Tracker Italeri è un bel kit, completo con stampate di buona qualità, decals bellissime nella tradizione della Cartograph sono stampate in modo eccelso, perfettamente a registro, con colori realistici, finezza di grafica e dettagli e completi di segnaletiche, pannelli antiriflesso e walkwais.

Si spera che presto possa essere seguito dalla versione AEW Tracer con il caratteristico radome dorsale da affiancare al nostro S 2 Tracker. BUON MODELLISMO A TUTTI !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *